Rapporti Scuola - Famiglia

Il rapporto con gli allievi e con le loro famiglie è momento fondamentale del dialogo educativo e può essere determinante per il successo scolastico.

L’istituto promuove la collaborazione attiva delle famiglie offrendo i seguenti servizi:

  • Colloqui individuali con cadenza settimanale;
  • Due colloqui collegiali pomeridiani (uno nel primo trimestre e uno nel successivo pentamestre);
  • Incontri su richiesta dei genitori o dei docenti;
  • Contatti attraverso colloqui telefonici e comunicazioni scritte o inviate per e-mail o sms tra le famiglie e l’Ufficio di Presidenza o l’insegnante coordinatore della classe;
  • Consegna di una scheda di valutazione a metà pentamestre;
  • Possibilità di consultare il Registro elettronico mediante password;
  • Continuo aggiornamento del sito;
  • Convocazione, in caso di necessità, di consigli di classe straordinari con la partecipazione di tutti i genitori e/o di tutti gli alunni.
  • Incontro della Dirigenza con i genitori in occasione del rinnovo degli organi collegiali.

Colloqui collegiali pomeridiani Trimestre Pentamestre
Studenti il cui cognome inizia con una lettera compresa tra A e L

11/12/18

ore 15-18

09/04/19

ore 15-18

Studenti il cui cognome inizia con una lettera compresa tra M e Z

13/12/18

ore 15-18

11/04/19

ore 15-18

.

Colloqui individuali settimanali

Si comunica che dal programma Scuolanext è possibile effettuare la prenotazione per il colloquio settimanale.
I genitori, accedendo dal tasto comunicazioni, visualizzeranno l’elenco dei docenti della classe e selezionando il nome del docente, potranno prenotarsi per il colloquio. Per ulteriori informazioni si possono contattare le segreterie, sia telefonicamente che personalmente nei consueti orari di ricevimento. Il servizio sarà attivo dal __/__/____ al __/__/____.

I docenti di ogni consiglio di classe, oltre ad essere visibili dal registro elettronico, sono consultabili al seguente link

storie in movimento

Storie in movimento

Una performance colorata, fatta di bandiere e scritte su cartelli, di attese e di ritmi scanditi da improvvisati tamburi, di gesti consapevoli o di abbandono, il tutto ruotante, il perno della centratura in sé stessi. “Il migrante sono io”, questa l’indagine sulla quale ha ruotato il lavoro laboratoriale di questo specifico modulo del Progetto PON - FSE.

Nella ricerca della propria strada si mollano le false convinzioni e ci predisponiamo al vero scambio con il mondo esterno. “Fino a che non riconosco profondamente me stesso non posso riconoscere l’altro”, a quel punto l’asta della mia bandiera può divenire il pilastro di un nuovo unico spazio.

Il progetto si è avvalso delle competenze artistiche di Valentina Favi e Saverio Pieralli (artisti visivi) e di Massimiliano Bortolus (batterista).